L’interrogazione dei Consiglieri Comunali del PDL

Riportiamo oggi in evidenza l’interrogazione n. 750 del 22/6/2010 con risposta in aula, dei consiglieri comunali del PDL, già pubblicata il 27/6/2010 su questo blog .
Incredibilmente a distanza di 3 anni , questa completa interrogazione è ancora attuale e sarebbe pure da ampliare, dopo che gli alloggi sono stati recentemente conferiti ad un fondo immobiliare “religioso” con origini in Lussemburgo :

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA IN AULA

  • Oggetto: alloggi sociali ubicati a San Lorenzo a Greve
  • Proponenti: Giovanni Galli, Jacopo Cellai
  • Altri firmatari: Mario Tenerani, Massimo Sabatini, Emanuele Roselli

I sottoscritti Consiglieri Comunali,

  • Appreso dalla stampa cittadina che gli alloggi sociali compresi nel piano comunale denominato “20 mila alloggi in affitto”ubicati a San Lorenzo a Greve e consegnati in locazione nel giugno 2008, versano in pessime condizioni sia per la mancata manutenzione degli spazi esterni sia per presunti vizi costruttivi che compromettono la salubrità dei locali abitati;
  • Appreso che in particolar modo i residenti degli edifici di via Tiziano n.ri civici 45,61,63 e 65 hanno ripetutamente segnalato problematiche di natura igienico sanitaria per la presenza di vaste aree degli alloggi colonizzate da muffe, che sarebbero riconducibili ad anomalie termiche dovute al mancato rispetto delle prescrizioni tecniche edificatorie ed impiantistiche finalizzate al risparmio energetico;
  • Considerato che per la costruzione degli alloggi ad affitto calmierato, che rientrano nel programma sperimentale “Ventimila alloggi in affitto” finanziato dallo Stato con decreto 21/2001 e recepito dalla Regione Toscana con apposita delibera nel 2003, sono stati concessi contributi pubblici pari rilevanti pari al 45% dei costi di realizzazione degli alloggi da affittare a canone convenzionato se la locazione è permanente e del 25% se invece è a termine;
  • Considerato che ai contributi regionali si sono aggiunte agevolazioni da parte del Comune di Firenze nei confronti della proprietà come l’abbattimento del 40% degli oneri di urbanizzazione, la dilatazione del pagamento della restante somma dovuta per un periodo di cinque anni, l’abbattimento dell’ICI per la durata di dieci anni nonché la mancata richiesta degli oneri concessori relativi al costo di costruzione;
  • Considerato che le edificazioni in oggetto soggiacevano al vincolo imposto dal Piano Operativo Regionale che prevedeva fabbricati di elevato standard edificatorio ed alta inerzia termica secondo un ottica di eco-sostenibilità;
  • Considerato viceversa che, oltre ai disagi legati alla insalubrità dei locali, i cittadini lamentano anche un forte dispendio di energia con conseguente aggravio delle spese di riscaldamento e raffreddamento;
  • Appreso che le cantine sono completamente preda delle muffe e che dai pavimenti degli alloggi filtrerebbe addirittura acqua, senza contare lo stato di degrado degli spazi condominiali esterni con l’erba alta che raggiunge le terrazze dei primi piani e la presenza di topi;
  • Appreso che l’amministratore del condominio negli edifici sopramenzionati sarebbe un Consigliere Comunale di cui i residenti lamentano il completo disinteresse nei confronti dei disagi lamentati;
  • Visto che l’Amministrazione Comunale presentò nel giugno 2008, al momento della consegna dei primi appartamenti, la realizzazione del progetto come un’ottima forma di collaborazione fra istituzioni pubbliche e soggetti privati per fornire una risposta concreta alle famiglie fiorentine che non possono permettersi di sostenere un canone del libero mercato;
  • Ritenuto che l’Amministrazione, a fronte dei contributi pubblici concessi, debba farsi eticamente garante della qualità degli edifici consegnati tutelando i residenti

INTERROGANO IL SINDACO PER SAPERE

  1. Se, a seguito delle denunce dei residenti, sono stati eseguiti accertamenti negli edifici di San Lorenzo a Greve, specificatamente in via Tiziano n.ri 45,61,63 e 65, per verificare le condizioni igienico sanitarie degli alloggi nonché il rispetto delle prescrizioni edificatorie in termini di risparmio energetico;
  2. Se intende adottare provvedimenti a tutela dei locatari, anche a fronte dei contributi pubblici concessi;
  3. Se corrisponde a verità che l’Amministratore dei condominii sopramenzionati riveste anche il ruolo di Consigliere Comunale e se, come si apprende dalla stampa, appartiene al Partito Democratico;
  4. in caso affermativo, a chi corrisponde il Consigliere comunale menzionato, e se ritiene compatibile la politica di attenzione e sostegno riservata alle fasce sociali più deboli, nella quale si riconoscono notoriamente i rappresentanti istituzionali militanti nelle fila del PD, con l’atteggiamento professionale non proprio responsabile denunciato dagli affittuari degli alloggi di San Lorenzo a Greve.

Giovanni Galli Jacopo Cellai

Firenze, 22 giugno 2010

Fonte: Atti del Consiglio Comunale

*****

27/6/2010:
L’interrogazione non è stata discussa in aula, ma vi è stata una 
risposta scritta dell’Assesore Fantoni.
Con estremo rammarico, si sottolinea come, nonostante ben 4 interrogazioni sullo stesso argomento di 3 diversi gruppi dell’opposizione ( Perunaltracittà, Spini per Firenze e PDL )  , questa seria questione non sia mai stata discussa in aula ed i consiglieri si siano sempre accontentati di risposte scritte dirette (non pubbliche)  interlocutorie e/o non esaustive.
Quando dall’Ufficio stampa comunale vengono diramati giornalmente decine di comunicati  ( per questioni in molti casi ben più “leggere ” ); nel nostro caso non ne è mai uscito alcuno.

******

STOP agli AntiMuffa

Aggiorniamo oggi un vecchio articolo del 12 gennaio 2010 sul problema della formazione di muffa negli appartamenti, tutt’oggi irrisolto e anzi aggravatosi,
La nuova proprietà, così come la vecchia, insiste per sua ovvia convenienza, con i trattamenti antimuffa, che non risolvono il problema alla radice, ma che servono solo per occultarlo ed allontanarne la soluzione nel tempo.
Oggi si minacciano addirittura azioni legali nei confronti degli inquilini che rifiutano gli inutili “trattamenti” e pretendono invece l’eliminazione dei vizi costruttivi. 

La formazione di muffa non si elimina con  i “trattamenti antimuffa“.

Bisogna che i vizi costruttivi siano giudizialmente acclarati e che ne sia imposta l’eliminazione (se possibile) e/o riconosciuti i danni agli inquilini.

E’ fondamentale quindi fotografare nuovamente tutti i punti di muffa, così come abbiamo fatto negli inverni scorsi con  > queste FOTO <

E’ già il quinto inverno che la muffa ritorna e la situazione peggiora di anno in anno

! Non facciamoci ingannare di nuovo !

Non dimentichiamoci infatti che, grazie alle nostre proteste, la precedente proprietà è stata costretta a realizzare un “cappotto” termico parziale, sebbene sia risultato inefficace vedi le foto  mettendo quindi in luce quei gravi vizi costruttivi che avevamo ipotizzato.

Ri-svegliamoci !!!

Se un cappotto di 6 centimetri di spessore non è servito a nulla…. a cosa serviranno mai pochi millimetri di vernice termica ?

  il silenzio è colpevole e va a discapito di tutti

Uniti e solidali otterremo prima o poi giustizia (qualche risultato l’abbiamo già ottenuto o no ?) e poi non abbiamo niente da perdere e tanto da guadagnare in salute, comfort delle “nostre” case e minori spese di riscaldamento/condizionamento.

Scrivi a: slorenzoagreve@gmail.com

*********

Rinfresco Carnevalesco

Vogliamo farci mancare i favolosi cenci della Filomena quest’anno ?

Siamo mica pazzi…guardate sotto quelli del 2010

*****

” CENCIATA CARNEVALESCA “

Venerdì 18/2 ore 21:15 nel piano garage

E’ gradita vostra conferna

Ringraziamenti:

Il primo Grazie va alla Filomena, che si è fatta cambiare il turno a lavoro per preparare i suoi spettacolari cenci fiorentini, che hanno addirittura superato quelli del 2010 (che già sembravano insuperabili).

Grazie a tutti gli altri amici del comitato che hanno preparato e portato ottimi dolci e biscotti.

Grazie agli altri per la loro simpatia e allegria.

L’ultimo ringraziamento va al “cugino” di Via della Sala, che è venuto in trasferta.

A presto

Riccardo

Da oggi 3/1/2011 : inizio lavori “cappottatura”

Da oggi, 3 Gennaio 2011, sono iniziati i lavori di installazione dei ponteggi per l’esecuzione di ” cappottatura esterna di porzioni delle facciate atta all’eliminazione dei fenomeni di muffe” – D.I.A. n. 4245/2010 (Regime D.lgs 192/2005) .
E’ troppo presto per cantare vittoria, ma evidentemente, con la consapevolezza dei nostri sacrosanti diritti, le nostre civili manifestazioni e grazie a questo blog, abbiamo rotto il muro dell’ omertosa indifferenza generale e incrinato quell’organizzata Agenzia Mistificazione Fatti & Misfatti (facendo pure e volentieri a meno di certa stampa embedded).

Sotto lo stato di avanzamento dei lavori al giorno: 21 gennaio 2011

Questo slideshow richiede JavaScript.

  • La Denuncia di Inizio Attività(Lavori di rivestimento con pannelli isolanti di alcune porzioni ….)
    • Richiedente: Ing. Stefano Tossani;
    • Progettista: Arch. Rossano Morandini (che è stato Direttore dei Lavori della costruzione dei fabbricati !!! )
  • La Comunicazione di Affitto Firenze SpA agli inquilini;
  • I pannelli isolanti in installazione RÖFIX EPS-100 (EPS-F 035), ma non sappiamo nemmeno chi, come e dove li installa.
    Aggiornamento 11/1/2011: un cartello in corrispondenza del civico 61 così indica (cliccaci per ingrandirlo) :

Note: esattamente un anno fa, il Presidente di Affitto Firenze Spa, Ing. Stefano Tossani, così dichiarava al quotidiano La Repubblica (7/1/2010):


Aggiornamento 🙂  del 13/01/2011: il sarto deve essere un po’ confuso – perchè al Comune ha detto che avrebbe cucito uno strano cappotto a strisce verticali dalla testa ai piedi, ma in realtà pare ne stia realizzando uno (comunque bizzarro) che non arriva nemmeno all’ombelico (guardate le foto).
Sembra infatti che gli inquilini che non hanno dichiarato nulla (per timore ?)  dovranno arrangiarsi.
Singolare fatto per un edificio consegnato nell’estate 2008 e rientrante nel regime del dlgs 192/2005 e che già si trovava inverosimilmente in quelle condizioni che avete visto in questo blog .
La Regione Toscana per elargire i 2 milioni al costruttore, lo voleva “ad elevata inerzia termica”  (ai fini del risparmio energetico e del comfort ambientale interno – con modesto uso di gas per il riscaldamento e senza l’uso di condizionatori per l’estate).
Fate voi.
Consigliamo ai nostri coinquilini di chiedere alla proprietà l’Attestazione di Certificazione Energetica prevista dalla legge per questo fabbricato (dlgs 192/2005 e successive modifiche).

Aggiornamento del 14/01/2011: sta arrivando anche il cappottino a strisce.

Aggiornamento Marzo 2014: La cappottatura non funziona !!!!

La proprietà è stata costretta a realizzare questo ridicolo cappotto termico  nel febbraio 2011.
Cappotto che 
– laddove c’è – nemmeno funziona, perchè la muffa si sta riformando anche nelle zone “cappottate”.

Ma il problema è ancora più grave perchè non si tratta di soli  ponti termici, perchè negli anni la muffa sta proliferando in grande quantità ovunque nelle murature esterne e ora anche interne, facendo ipotizzare l’impiego di materiali del tutto inadeguati durante l’originaria costruzione del fabbricato.
Servirebbe urgentemente un carotaggio e conseguente analisi chimico-fisica e anche tossicologica dei materiali impiegati.
Carotaggio e verifiche richieste dagli inquilini per le vie ufficiali, promessoci solo a parole dal Comune, ma mai realizzato !

Anzi con molta probabilità, puntando sui ponti termici, abbiamo involontariamente distolto l’attenzione su altri gravi problemi e fornito una “facile” soluzione al costruttore. Ed ecco quel ridicolo “cappotto termico” che nessun serio professionista, si sarebbe mai spinto a realizzare, ma di cui i giornali avrebbero comunque parlato come panacea di tutti i mali. Così infatti è stato.

Riflettete anche sul fatto che, con questo strano “cappotto” questi fabbricati sono stati “stravolti” da un punto di vista architettonico con una disarmante semplicità. Ma pensate invece sei voi volete aprire una finestra, cosa dovete fare.
Ovviamente il tutto perchè le istituzioni sono state assenti e comunque non certo dalla nostra parte.

Qualcuno poi ha mai visto una termografia di questi fabbricati ?

DSCF3590

*****

1 Luglio ore 15:00 : Verifica dei tecnici comunali

Durante l’incontro di una folta rappresentanza del nostro comitato con l’Assessore Comunale alla Casa dello scorso 23/6 presso l’Assessorato, è stata fissata la data per le verifiche da parte dei tecnici comunali per il giorno Giovedì 1 Luglio alle ore 15:00.

Si pregano i co-inquilini impattati dal problema della muffa, e/o da altri rilevanti problemi, di farsi trovare nel piazzale e mettersi a disposizione dei tecnici.

******

AGGIORNAMENTO: I sopralluoghi sono stati effettuati dai tecnici comunali Migliorini, Nencioni e altri in  8 appartamenti presi a campione ( 2A – 9A – 8B – 2C – 3C – 5D – 17D – 18D ) sulle 4 diverse scale ( civici, 45,61,63,65 ) e accompagnati nelle visite dal presidente del nostro comitato.

Nonostante l’orario (di lavoro) e il caldo asfissiante, almeno una quindicina di inquilini erano a disposizione nel piazzale condominiale interno e gli stessi , su richiesta dei tecnici comunali, hanno confermato la loro disponibilità a far eseguire dei carotaggi sulle murature anche dall’interno delle abitazioni, se necessario.

Ovviamente la situazione che hanno visto i tecnici è molto più rosea di quanto avrebbero visto in inverno: vuoi perchè molte famiglie hanno provveduto personalmente a rimuovere la muffa e a imbiancare le pareti, vuoi perchè in estate la muffa non prolifera, anzi regredisce.

Aggiornamento maggio 2014 : i carotaggi promessi dai tecnici non sono mai stati eseguiti e la muffa continua a proliferare indisturbata ! Non è mai stato nemmeno dato riscontro alla richiesta ufficiale di verifica al Sindaco !

@@@@@@@

Avviso importante: Incontro con Assessore Fantoni

A tutti i co-inquilini,

E’ confermato l’incontro (al quale siamo stati invitati) con Claudio Fantoni, Assessore alla Casa del Comune di Firenze.

Data:  Mercoledì 23/6 – ore 11.30

Luogo:  Palazzo Vivarelli-Colonna, Via Ghibellina, 30 – Firenze (zona Mercato Sant’Ambrogio – Viali)

V Assemblea del Comitato – Giovedì 15 Aprile

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: