Presentazione

[ Press kit ]

[ English ]

Nel Giugno 2008 sono stati finalmente consegnati i primi attesissimi alloggi ad affitto calmierato del programma nazionale “20.000 abitazioni in affitto“, nell’ambito del cosiddetto “Social Housing” .
Non si tratta quindi della classica edilizia popolare in cui i proprietari sono le amministrazioni pubbliche o a maggioranza pubblica, ed i canoni sono veramente sostenibili da tutti, ma di abitazioni di proprietà privata – ben sovvenzionata con fondi pubblici – i cui canoni invece superano anche i 600 euro al mese.

Questo Blog nasce nel 2010 da un gruppo facente parte dei 50 assegnatari di San Lorenzo a Greve (FI) provenienti dal bando comunale ed adesso inquilini della Affitto Firenze S.p.a (oggi Polaris Real Estate) , recentemente riuniti in un Comitato ( il 26 Marzo anche gli inquilini di Via della Sala hanno aderito al comitato ).

Siamo appunto a San Lorenzo a Greve, periferia ovest di Firenze, a due passi dal nuovo supermercato Coop… e, una volta tanto c’erano tutte le ragioni per essere contenti.

Siamo invece costretti a vivere una serie di preoccupanti problematiche, che, nonostante i pochi mesi di vita del fabbricato, stanno interessandone una buona parte dei suoi immobili e delle parti comuni, tanto da aver già dovuto richiedere il ripristino del buono stato locativo ed inoltrare numerose denunce scritte alle istituzioni, che sono rimaste tutte senza risposta.

Tanto per riassumere solo i problemi più rilevanti, in ordine di importanza, segnaliamo:

1) Insorgenza di copioso fenomeno di muffe <—- cliccalo subito

Visto che tali muffe sono comparse proprio nelle cosiddette zone critiche, ovvero sulle pareti in corrispondenza dei pilastri , viene facile ipotizzare che possano essere causate dai cosiddetti  “ponti termici” non corretti, ovvero da un presunto serio vizio costruttivo .
Peraltro anche il Comune di Firenze sembra avvalorare questa ipotesi in una lettera del 13 Marzo 2009 ( ipotesi successivamente acclarata ).

Se, malauguratamente così fosse (agg. poi acclarato) , oltre ai seri problemi igienico-sanitari, si avrebbe una situazione di “anomalie termiche”, con aggravio di spese di riscaldamento/raffreddamento da parte degli inquilini; in contrasto, fra l’altro, con le stringenti direttive regionali e nazionali sul contenimento e risparmio energetico e la durabilità dei materiali (vedasi Piano Operativo Regionale).

La Regione Toscana, che ha concesso notevoli finanziamenti al costruttore, non ha mai risposto alla denuncia del nostro comitato, così come il Comune di Firenze e persino l’ASL.
Tutti accomunati da un’ inqualificabile ed imbarazzante inerzia.
Inutile dire che anche l’ amministratore di condominio (che oggi è anche Consigliere Comunale PD) è completamente assente.

2) Autoclave mal funzionante e spesso fuori uso, con completa mancanza di erogazione d’acqua negli alloggi (probabile installazione di autoclave sottodimensionata)

3) Infiltrazioni d’acqua piovana:
Dopo piogge del tutto normali si assiste ad estese infiltrazioni d’acqua da sotto il pavimento del piano garage; mentre la parte in vendita (che è la prosecuzione allo stesso livello) rimane praticamente asciutta.

4) Impianti messi in opera con dubbia rispondenza alle normative vigenti e/o montati non a regola d’arte: es.: Autoclave condominiale, caldaie, elettrovalvole sicurezza gas, termosifoni (al posto dei pannelli radianti a pavimento ?).

Ormai è piuttosto evidente l’imbarazzo delle Istituzioni su una vicenda veramente poco chiara, proprio considerando che i costruttori hanno usufruito di un forte contributo economico pubblico (45% costo di costruzione) e ingenti detrazioni fiscali (55% per il risparmio energetico) ed erano vincolati da un Piano Operativo Regionale che prevedeva fabbricati di qualità ed addirittura ad elevata inerzia termica in una (giusta) ottica di eco-sostenibilià.

Di seguito potete leggere un estratto del suddetto Piano operativo, che ci interessa molto :

Qualità degli interventi e termini per la progettazione

La qualità degli interventi deve essere documentata dal soggetto attuatore in ordine ai seguenti elementi:

a) durabilità – l’uso di materiali che assicurino il mantenimento nel tempo delle proprie caratteristiche, sia funzionali che formali, da esplicitarsi in una apposita relazione sui materiali utilizzati a livello strutturale, di completamento e di finitura, descrittiva delle caratteristiche inr elazione alle modalità di utilizzo;
b) manutenibilità – la dotazione di ogni intervento di un apposito “libretto d’uso”, descrittivo delle componenti costitutive con particolare riferimento ai materiali utilizzati e agli impianti, e comprensivo di un piano di interventi manutentivi programmati nel tempo;
c) sostenibilità ambientale – la progettazione degli edifici con riguardo a:

  • orientamento in relazione all’esposizione al soleggiamento e ai venti dominanti;
  • dimensionamento, disposizione e caratteristiche delle aperture sulle facciate che consentano la ventilazione trasversale degli alloggi, l’utilizzo dell’irraggiamento solare nei periodi freddi, la difesa dal surriscaldamento nei periodi caldi, e che prevedano l’utilizzo di infissi a taglio termico a vetrocamera e adeguati sistemi di schermatura e oscuramento;
  • elevata inerzia termica dell’edificio da ottenere sia con soluzioni tecniche di coibenza e isolamento, sia con soluzioni planivolumetriche che contengano le superfici di scambio termico;
  • utilizzo di impianti di riscaldamento ad acqua calda con elementi radianti ad elevata efficienza, e con dispositivi di regolazione individuali per alloggio.
  • utilizzo di materiali privi di emissioni inquinanti, con preferenza per materiali naturali ed ecologici che assicurino un basso impatto ambientale in fase di produzione, di esercizio e di smaltimento (laterizio, pietra, legno, sughero, pannelli di fibra di legno, colle e vernici a base vegetale e minerale, ecc.);
  • adozione di dispositivi per il risparmio idrico (rubinetteria a risparmio idrico, eventuale sistema di recupero delle acque chiare e piovane);
  • riduzione della superficie esterna impermeabilizzata;
  • eventuale utilizzo di particolari elementi costruttivi (tetto ventilato, serre solari come scambiatori di calore,frangisole orientabili sui fronti esposti a sud e a ovest ecc.).

Il Cantiere per la costruzione dei fabbricati (2008)

**************

Il “bizzarro e inutile intervento di “cappottatura” iniziato nel gennaio 2011 dopo le nostre proteste contro la muffa negli alloggi

|—— Per cosa lottiamo ——|

  1. Eliminazione definitiva di tutti i vizi e difetti costruttivi (no ad interventi tampone !)
  2. Ottenere il ripristino della SALUBRITA’ e del buono stato locativo mediante risanamento igienico-edilizio degli immobili locati agli assegnatari provenienti dal bando del Comune di Firenze denominato “Ventimila Alloggi in Affitto” e oggi affittuari della Affitto Firenze Spa, nel nuovo intervento edilizio di San Lorenzo a Greve – Firenze, civici: 45, 61, 63, 65, visto il grave problema di affioramento di muffe, causato da  presunte irregolarità costruttive e l’eliminazione delle stesse.
  3. Ottenere il rimborso dei danni subiti;
  4. Ottenere la riduzione del canone di locazione ai sensi dell’art. 1578 C.C per i problemi e i disagi di cui al punto precedente e fino alla loro risoluzione ;
  5. Ottenere il ripristino degli standard di qualità e la durabilità dei materiali previsti nel Piano Operativo Regionale di cui alla Delibera Consiglio Regionale n. 173 del 8/10/2003 ;
  6. Per far rispettare l’ambiente e quindi per il ripristino possibile delle misure di risparmio energetico previste (a norma di legge e di piani regionali) per questi edifici;
  7. Ottenere una regolare manutenzione degli immobili e del fabbricato così come previsto nel suddetto Programma ;
  8. Ottenere lo scorporo dell’IVA dal canone di affitto e dagli acconti condominiali, riconducendo l’operazione nell’ambito delle prerogative del cosiddetto Social Housing o Edilizia Sociale, che ha ispirato il programma nazionale e per il quale il costruttore ha ottenuto un finanziamento pubblico di oltre 2 milioni di Euro (solo per l’intervento di San Lorenzo a Greve) ;
  9. Salvaguardare in genere i propri diritti di inquilini stabiliti nel contratto di locazione e nelle norme di cui al Codice Civile ;

***********

Aggiornamento: In data 26 Marzo 2010 anche gli inquilini dei Ventimila Alloggi di Via della Sala hanno aderito al comitato

Aggiornamento: in data 14 dicembre 2012 , la proprietà degli immobili è stata trasferita da Affitto Firenze Spa a Polaris Real Estate, come apporto al fondo immobiliare ” Housing Toscano ” e poi a Investire SGR

**********

La scheda dell’intervento

  • Committente: Affitto Firenze Spa (*);
  • Impresa costruttrice: Consorzio Etruria (socio di Affitto Firenze Spa);
  • Coordinatore del programma: Arch. Riccardo Roda (**);
  • Progetto Architettonico: Arch. Danilo Dei;
  • Direzione lavori: Arch. Rossano Morandini (***);
  • Progetto e Direzione lavori opere in cemento armato: Ing. Francesca Cavallini;
  • Progetto e Direzione lavori opere impiantistiche: Ing. Gabriele Fallani;
  • Responsabile del lavori: Ing. Gabriele Fallani;
  • Coordinatore della sicurezza: Ing. Gabriele Fallani;
  • Collaudatore strutture: Ing. Pier Luigi Frosini;
  • Collaudatore finale: Arch. Giuseppe di Biagio
  • Contributo pubblico ottenuto: Euro 2.257.623.90
  • Alloggi realizzati: 50 per l’affitto, 65 per la vendita
  • Amministratore di Condominio: Dott. Andrea Pugliese (****)

Note:

  • (*) Presidente: Ing. Stefano Tossani –
    Soci:

    • Unica Società Cooperativa di Abitazione (Cooperativa Unica);
    • Consorzio Etruria Società Cooperativa a r.l.
    • Baldassini Tognozzi Pontello Spa (BTP)
    • Polis Società Cooperativa;
    • Costruzioni Spagnoli Spa;
    • Autostrade Firenze Limite Società Cooperativa;
    • Società Cooperativa edificatrice Pian di Mezzana;
    • Società Cooperativa Edificatrice La Vittoria;
    • Mazzanti Spa;
    • Cassa di Risparmio di San Miniato.
  • (**) EOS CONSULTING-Servizi qualificati per l’edilizia, il territorio e la sostenibilità ambientale
  • (***) Candidato Lista Renzi
  • (****) Consigliere comunale PD attualmente in carica  .

Aggiornamento: in data 14 dicembre 2012 , la proprietà degli immobili è stata trasferita da Affitto Firenze Spa a Polaris Real Estate, come apporto al fondo immobiliare ” Housing Toscano ”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: