Bioedilizia ? Prrrrrrrrrrrrrr

A 4 anni dalla prima pubblicazione di questo post, continuiamo oggi a farci due risate con il famoso pernacchione del grande Albertone.
Ciò con la speranza di evocare invece un virtuoso processo a favore della consapevolezza e dell’uso della Bioedilizia e delle cosiddette Buone Pratiche nel nostro paese !

In realtà sarebbe già un bel risultato bloccare l’uso di materiali “impropri” .

*******

Inverno III ( V )

12/12/2012 , Ripubblichiamo di seguito un vecchio post di due anni fa perchè purtroppo ancora attualissimo:

*********

25 novembre 2010,

 E’ quasi Dicembre e stiamo entrando nell’inverno pieno.
Ci sarà pure il surriscaldamento del pianeta, ma il nostro vecchio globo ci prova anche quest’anno a compiere i suoi cicli naturali.
Puntuali come un orologio svizzero e precise come un moderno navigatore GPS, le colonie fungine ritornano sulle stesse pareti e negli stessi punti.
Anche loro compiono un ciclo.
Fin da bambini sappiamo che la muffa si forma nella frutta, sul formaggio, nella marmellata.
Ma il ciclo della muffa nelle nostre case è quello dell’uomo perverso, cinico, corruttore, speculatore, cementificatore, approfittatore .
Della politica malata e che ci fa (letteralmente) ammalare .
Era tutto previsto, ce l’aspettavamo, se l’aspettavano tutti, il problema è ormai chiaro e reso pubblico con gli oltre 6000 (agg. 23.000) accessi in questo blog.
Un solo quotidiano (agg. oggi non più in edicola) se n’è recentemente occupato, mescolando però la muffa con l’erba alta.
Arriva il freddo, pareti maldestramente coibentate e realizzate si raffreddano troppo, si forma condensa e conseguentemente muffa. Nelle stanze fa freddo; in quelle a nord a malapena si raggiungono i 15 (16) gradi ed è pure difficile mantenerli.

Muffa = spore = tossine = rischi intollerabili per la salute.

Problemi alla pelle, problemi polmonari, talvolta persino morte, come avvenuto addirittura nella opulenta Hollywood.
Sono già tre (cinque) inverni che la salute delle nostre famiglie è seriamente minacciata da un rischio poco ponderabile, scientificamente certo, ma anche prevenibile.

La salute, la vita, viene prima del denaro, della politica, delle opportunità, delle convenienze o sconvenienze.

Del risparmio energetico e della tutela ambientale non parliamone più nemmeno.

ABBATTIAMO QUESTO SCHIFOSO MURO DI GOMMA !!!

***********

Torre degli Agli, le case popolari vengono giù. Per risorgere a impatto zero

Segnaliamo da Il Reporter.it di oggi ,  con la speranza di poter contribuire, con la nostra battaglia, al lento riaffermarsi del primato dei valori etico-sociali e ambientali nelle istituzioni pubbliche.
Siamo ovviamente molto felici per gli amici inquilini delle case popolari di Novoli e ci auguriamo di leggere presto la notizia della costruzione di nuove e vere case popolari (con gli stessi metodi di bioedilizia) per alleviare il drammatico problema dei troppi senzacasa a Firenze .
Ci auspichiamo anche un housing sociale diverso da quello che stiamo vivendo noi, un housing sociale che strizzi l’occhio ai modelli europei dei paesi civilmente avanzati e non a quelli di quest’italietta da basso impero.

Il titolo di un’ eventuale notizia potrebbe essere: “S.Lorenzo a Greve, le case di housing sociale vengono giù. Per risorgere come dovevano essere” .

RC

http://www.ilreporter.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14903&catid=82&Itemid=72

****

Impotente o SUPERDOTATO ?

Nella foto sopra: il rapporto reale fra il termosifone installato in una camera di circa 45 metri cubi e la relativa finestra ( con notevole ponte termico su un davanzale passante di 1,95 m ).

Quest’anno, dichiarata l’impotenza di questo povero termo, abbiamo deciso di provare ad alimentarlo con il Viagra.

Anche per questo motivo, quella  che noi abbiamo definito la condensa buona, cioè quella che dovrebbe essere “prodotta” beneficamente dalla caldaia, lascia la scena alla condensa cattiva, cioè quella che la fa purtroppo da protagonista nei muri di molti appartamenti.

La cosa paradossale è che invece il Programma Operativo Regionale prevedeva  un sistema superdotato con elementi radianti ad elevata efficienza ( pannelli a pavimento ? ) e caldaia a condensazione.

W il risparmio energetico, W l’Ambiente, W la …… ( troppo Viagra forse ?  🙂

Si dice che i nostri nuovi iper-ecoefficienti “cugini” di Canova-Giuncoli siano ora abbastanza dotati, anche se  era previsto che pure loro fossero dei superdotati.
Comunque meglio normo-dotati che impotenti .

Guarda caso … gli unici SUPERDOTATI (con pannelli a pavimento) sono soltanto i nostri confinanti “ricchi” degli appartamenti venduti .

E voi …. siete impotenti o SUPERDOTATI ? ( come pannelli radianti…che credevate mattacchioni 🙂 )

********************************

Riconoscimento 2009/2010
***********************************
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: